Storie di ogni giorno

È notte fonda qui a Stoccolma, sono uscito, tornato, ho bevuto e sorriso. E non riesco a chiudere occhio. O meglio, non voglio chiudere gli occhi su un altro giorno che si spegne. Altrove le persone stanno dormendo, altre si staranno svegliando, altri ancora staranno per partire. Tutti in giro, tra l’Europa ed il resto del mondo. Io resto qui, nella stanza sul lago a guardare il mondo passare, indifferente ai suoni delle sirene. Come se poi fosse vero, come se poi a volte non mi chieda in che mondo vivo, dove sono, perché e come sono finito qui. Quello che so cerco di mantenerlo dentro, o di buttarlo in parole non dette, sguardi tristi nei bicchieri di caffè troppo grandi per contenere la mia rabbia e la mia disillusione. È una vita che gira intorno a cardini discordi, un’eclisse di pensieri discordanti che non mi porteranno mai da nessuna parte. Tanto da qua non si esce. Non potrai mai sfuggire da te stesso, nemmeno se sei Eddy Merckx.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...