Un ritorno da Londra

È così torniamo a Stoccolma, in un’altra notte che scende sul mare del Nord. L’aereo è come sempre pieno di uomini d’affari, o expat svedesi che sfuggono al “lagom” svedese nella capitale inglese. Ho letto da qualche parte che è la prima città al mondo per svedesi al di fuori del regno. Tutti i posti sono come al solito occupati. Che differenza con la scorsa settimana quando nell’aereo da Parigi c’erano si e no una decina di persone. Mi lascio dietro due giorni di riunioni e come al solito un mare di ricordi. Non c’è un aeroporto, un gate, una business lounge che non mi riporti indietro nel tempo. In qualche modo ricordo ogni telefonata fatta, ogni messaggio, ogni pensiero che mi sono portato dentro in questi ultimi mesi. Ora sono così, guardo di nuovo il mondo passare e mi sento come perso nei segni, con le tue speranze di vittoria. Ma il mio indirizzo è via del sopracciglio destro, e li tornerò.

Annunci

4 thoughts on “Un ritorno da Londra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...