Al di lá del mare

Qualche settimana fa pensavo che, nonostante sia vissuto in Svezia per ormai nove anni, e che abbia visto più di 40 nazioni nel mondo, non ero mai stato nelle repubbliche baltiche. Quindi complici troppi punti con la SAS che ogni tanti andrebbero anche spesi, delle vacanze da prendere e un pochino di spleen, mi sono imbarcato mercoledì su un piccolo aereo della Estonian air in direzione di Tallinn. Basta poco, circa 45 minuti, e sono ai confini orientale dell’unione europea. Qui che fino a circa venti anni fa era invece piena unione sovietica. Non farò qui la guida turistica della capitale estone. Basta scrivere che il centro medioevale é tenuto benissimo, si cammina in giro che é un piacere tra vicoli stretti, strade acciottolate, chiese e palazzi. Un pochino troppi turisti e negozi di souvenir per i miei gusti, ma non é proprio terribile. Il cielo é chiaro con un bel sole che riscalda i venti gradi. Ogni tanto un temporale mostruoso, ma passa presto. Uscendo dalla cinta delle mura finisco in quartieri più vecchi, case di legno, dove mi rendo conto di essere probabilmente l’unico non estone. L’architettura, le persone e la città mi ricorda molto la Finlandia (gli estoni appartengono allo stesso ceppo), ma si sente molto di più la Russia vicina. Come molti pensano le donne estoni sono a dir poco incredibili. Molto più belle in media delle finlandesi (ma questo non é difficile), ma indubbiamente una spanna sopra tutte le scandinave. Sarà l’influenza russa, il sangue misto, il fatto che si vestono bene, ma insomma, questa parte dell’esperienza non é male. Sugli uomini non posso dire molto, perché a parte qualche giovane vichingo niente male, la città sembra in mano esclusivamente al sesso femminile. Comunque, non é per questo che viaggio, ma per rinfrescare la mente dai pensieri. Quindi mi siedo su un promontorio a guardare il cielo pieno di nuvole veloci, prendo un caffè dove il giovane proprietario suona i Rolling Stones da un vinile di epoca sovietica, dormo quando ho sonno, mangio e bevo molto bene a prezzi bassissimi, e cammino tanto come sempre. A volte non é facile perdere di vista i pensieri, ma questo vento aiuta.

Annunci

2 thoughts on “Al di lá del mare

  1. mi permetto di dissentire, sono stato sia in finlandia a helsinki e tampere, che a tallin e che a stoccolma. le donne più belle le ho viste in finlandia. appena arrivato, c’era da rimanere a bocca aperta. mi sono detto: “ecco, l’aereo è caduto io sono morto e ora sono in paradiso”. mai visto tante belle donne così concentrate in vita mia. inimmaginabile semplicemente. è vero che non si curavano tantissimo, più che altro camminavano in giro per il centro con quei sandali da escursionista per nulla femminili o sexy… ad ogni modo anche a tallin mi pare di ricordare belle donne (a proposito, tallin davvero graziosa, ma quando ci ero andato io c’era un caldo micidiale), sicuramente ho visto molte più belle donne a helsinki e a tallin rispetto a stoccolma!
    e sarò stato fesso, ma per mangiare due sciocchezze a tallin a me hanno spennato il portafogli. no non mi hanno presentato un conto strano, ho trovato prezzi alti proprio da listino, non più bassi di helsinki e stoccolma almeno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...