Verso l’Asia

Dopo qualche ora dal l’atterraggio si riparte. Sono molto stanco, quindi finisco per addormentarmi subito. Mangio qualcosina, ma soprattutto dormo, tanto. Mi risveglio che fuori é buio, e lentamente vedo avvicinarsi isole e terraferma. Dopo circa otto ore atterriamo. L’aeroporto é grande, ma sembra un pochino vecchiotto, non me lo aspettavo. All’uscita trovo il mio autista, e si parte nel notte. Fuori grattacieli altissimi, pubblicità al neon e grandi immagini che scorrono sui pannelli luminosi. L’aria é tiepida sui 25 gradi, leggermente umido ma non troppo. Tira un vento di mare, ne sento la salsedine. Sembra di essere in Blade Runner. Sono così stanco che dormo di nuovo altre otto ore, e mi risveglio praticamente senza sentire il jet lag. Tutto il giorno in riunione, avevo anche da presentare davanti a tutti i colleghi dell’Asia Pacifico per un’ora. L’albergo é proprio sul mare, e guarda l’isola piena di grattacieli. Piccole barche si muovono in ogni direzione, sullo sfondo montagne alte avvolte da una leggera foschia. Dopo la riunione esco un poco, e sono come al solito nelle città asiatiche ricoperto di persone che vanno in ogni direzione, migliaia di negozi, luci, colori, odore di cibo. Mi perdo tra le strade ed i grattacieli, guardo vetrine, incrocio sguardi, cerco di ascoltare discorsi di cui non capisco una parola. Adesso è notte, guardo fuori le luci che illuminano le case, come alveari. É venerdì sera, ed Hong Kong si prepara ad un nuovo fine settimana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...