Langkawi

Langkawi appare sullo sfondo del mare delle Andamane come un immenso groviglio di alberi e foresta su un mare azzurro. Tantissime isole, dicono siano 99 più altre 4-5 che compaiono con la bassa marea. Quasi tutte disabitate. L’aeroporto è piccolo, e sotto una pioggia torrenziale arrivo in albergo. Sembra un film sulla guerra del Vietnam. L’hotel apre viste infinite sull’oceano indiano, la spiaggia lunga e bianca, le scimmie che saltano da un albero all’altro, le isole di fronte, il silenzio. Passo così quattro giorni, riposandomi, esplorando, prendendo troppi taxi scalcinati, parlando con le persone del posto. Poiché io le cose troppo turistiche non le sopporto molto, la sera mi incammino nella piccola cittadina, quasi solo locali in giro, atmosfera sommessa, piccole case basse non proprio ben tenute, poche persone per strada, caldo umido soffocante, respiro acqua. La notte mi fermo ad un ristorante cinese dove non hanno un meni scritto con caratteri occidentali, un’altra sera in uno thailandese dove siamo 5 occidentali e tipo 500 malesi. Cibo eccellente, economicissimo, talmente piccante da farmi quasi ricordare una cena molti anni fa da amici indiani. Continua…

Annunci

One thought on “Langkawi

  1. Pingback: Da Langkawi con amore | gattosolitario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...