Alba mediterranea

Dopo aver passato due giorni a Capri, stamattina un taxi mi ha portato verso il porto alle 6:00 del mattino. Nell’aria il senso della pioggia caduta la sera prima, un cielo ancora quasi grigio, la luce che filtrava dietro le nuvole illuminava la sagoma di Ischia oltre le punte di Anacapri. Il porto silenzioso, poche persone, una nave solitaria al molo in attesa di ripartire per Napoli. L’acqua era scura, poche onde ma chiare, determinate. In fondo, mentre sorgeva il sole, prima Procida, poi il capo Miseno, chiarissimo. Nisida e poi le case del lungomare. Napoli appariva chiara, quasi serena. Capita raramente di vedere una città così tremendamente caotica, in alcuni punti orrenda, calma ed incantevole. Il mare, persone che correvano lungo il lungomare, pochissime auto. Come la quinte dopo la tempesta avresti potuto camminare e sentirti quasi a casa. Quando lo sai, che casa non è. Non lo può essere. I bar aprivano le saracinesche, un profumo di primavera prima di arrivare a quell’odore penetrante e costante di rifiuti chimici verso la periferia. È difficile avere in un territorio così piccolo tanta gentilezza, tanta vita dolce, ed allo stesso tempo sapere di essere circondati da orrore, periferie senza cuore, persone dallo sguardo perso lungo le curve piena di mondezzai della circumvallazione esterna. L’aeroporto, funzionale e molto ben tenuto, secondo me il migliore d’Italia senza dubbio, come uno spazio porto per portarti in un’altra dimensione. Passi i controlli e ci sono solo mozzarelle e sfogliatelle, persone educate (quasi) e negozi. Poi l’aereo va via, il mare si confonde con la terra nello smog del mezzogiorno, non sai più dove finisce l’orrore e dove inizia la gentilezza dei fiori d’arancio. Chiedi gli occhi, ed il mondo ti aspetta. A Capri una signora, qualche giorno prima, mi parlava del figlio che non voleva andare via. Lei gli ha detto “da qui vedi un bel panorama, da qualunque altra città puoi vedere il mondo”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...