Dove eravamo rimasti

Domenica scorsa spendeva un sole incredibile, il lago era completamente ghiacciato da poterci camminare sopra senza problemi, e le temperature erano di molto al di sotto dello zero. Adesso siamo a +2, c’é fanghiglia ovunque e cielo scuro. Sicuramente questo inverno avrá altri colpi di coda, ma per il momento siamo qui, a guardare questa pioggererellina che si ferma sui vetri. Troppo sporchi ma anche inutile pulirli fino a quando non arriverá la primavera. Per il resto sono stato quasi sempre qui a Stoccolma, a parte un giorno a Brussels. Anche se forse dovrei dire all’aeroporto, visto che sono atterrato, ho iniziato le riunioni e poi sono ripartito in serata. Dopo i tanti voli e viaggi dello scorso anno, questo piccolo periodo stanziale mi sembra quasi una vacanza, un modo per fare cose a cui non avevo dato peso da tempo, e ritrovare un ritmo quasi normale. Intanto i giorni si allungano a vista d’occhio. La primavera ci metterá almeno 3-4 mesi ad arrivare, ma in qualche modo, é meglio cosi.

Annunci

One thought on “Dove eravamo rimasti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...