Quella carezza della sera

Un’altra bellissima giornata qui a Stoccolma. Tutti fuori, i bar pieni di gente, i ristoranti ed i caffé all’aperto che si riempiono di sguardi, occhiali da soli, cappelli. Södermalm diventa ancora piú eccessiva, per quanto ovviamente puó essere eccessiva una cittá come Stoccolma. I ragazzi vestono magliette a mezze maniche a righe orizzontali blu e bianche, o camicioni da boscaiolo a quadretti, i capelli con il gel in testa (ma senza la “banana” come ad Östermalm), ed i baffetti biondi come in un porno soft anni ´70. Le ragazze vestono maglie larghe su gonne o pantaloncini sempre troppo corti, sandali di pelle a strisce, senza un filo di trucco, e larghi occhiali da sole Ray Ban. Diverse lingue si mischiano tra le strade, mentre ovunque si aprono i löppis (mercatini dell’usato), i gelatai sono tutti aperti. I parchi di questa cittá che si affaccia sull’acqua sono tutti verdissimi come colorati con i pennelli della Giotto, il sole riscalda e ti fa quasi sudare, mentre un altro giorno passa a queste latitudini. Adesso é l’ora del tramonto, questo lunghissimo tramonto scandinavo che durerá quasi fino alla mezzanotte. Coppiette si tengono la mano passeggiando in riva al lago, i treni continuano a passare regolarmente ed il traffico diminuisce sempre di piú. É quel momento della sera quando ti siedi sul divano e sei contento perché chiudi gli occhi ed inizi ad aspettare la notte, che ti porterá un sorriso.

Annunci

2 thoughts on “Quella carezza della sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...