Il confine della pioggia

Oggi ero a Stoccolma, dove il sole ha improvvisamente fatto capolino tra le nuvole. Sembrava una mattinata scura, come tante, eppure poi tutto all’improvviso le nuvole si sono diradate per un attimo, e la luce ha illuminato i tetti di Gamla Stan, le onde del lago mosse da un vento leggero. La notte scende ormai prestissimo, sembra quasi incombere sul giorno, in attesa di depredarlo. Adesso piove a catinelle, una cosa stranissima per la Svezia a metá dicembre. Oggi é stata una giornata particolare, con ciclo che sta per finire. Come sempre bisogna cambiare, continuare, andare avanti. Il mondo si trasforma di fronte ai nostri occhi, e sta a noi decidere se seguirlo, o sedersi su una panchina a vederlo passare. Forse entrambe le strategie possono essere vincenti, dipende un pochino da noi, dove troviamo la felicitá. Che se poi esista lo capiremo poi. Intanto si va.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...