Cosa vuol dire tornare

Come chiuso in una bolla che non puó scoppiare ho passato un'altra giornata quasi tutta in casa, mentre il sole fuori splende furioso accendendo il cielo e rendendo il tramonto arancione. Da una parte non ho praticamente piú amici da queste parti, pochissime persone con cui parlare o anche uscire. Inoltre la periferia napoletana é una giungla d'asfalto assiderata dal sole. Per andare ovunque c'é bisogno della macchina, rimandendo bloccati per ore nel traffico. Non viene nemmeno voglia di farsi due passi a piedi, tanto intorno non c'é niente da guardare. Mi tornano in mente i miei giorni napoletani, quando andavo via la mattina per lavorare in laboratorio e poi tornare la sera tardi, chiuso nella mia stanza davanti al computer o al telefono con la fidanzata di allora. Parlando con altri ragazzi italiani di parti diverse d'Italia vedo come a loro manchi il bar dove andavano a vedere gli amici e bere un aperitivo, oppure la passeggiata al mare, o anche i ristorantini in campagna. Ma crescere nella periferia napoletana vuol anche dire, invece, essere abituati a vivere chiusi in casa, in quanto nei bar qui intorno ci sono fondamentalmente pregiudicati. Il mare dista almeno un'ora di auto, tra lamiere infuocate, traffico e tamarri, tanto che non ci sono mai andato in tutta la mia vita. I ristoranti qui intorno sono invece megaville in stile pompeiano dove sono il PresDelCon puó venire a festeggiare una 18enne tra colonne marmoree e finte fontane. Il centro di Napoli é spesso lontano, ci devi arrivare in circa un'ora di auto, trovare posto, pagare il parcheggiatore abusivo etc… Ho passato 6 anni dei miei fine settimana a Sorrento per questioni di cuore, ed almeno lí mi sentivo altrove, anche se la mentalitá di paese é davvero molto forte, ma almeno ti sentivi fuori dal mondo. Un anno della mia vita passata a Roma, anche se in periferia, riusciva quasi a farmi sopportare di piú questa nazione.

Se forse fossi cresciuto in un piccolo paese vicino al mare, o in un vecchio borgo del centro-nord Italia avrei forse voglia di tornare piú spesso. Farmi una passeggiata tra i vicoli stretti, sentire quel senso di bello che l'Italia ha. Non ci tornerei a vivere per tutti gli altri problemi, ma almeno in visita forse si. Forse. E poi mi chiedono perché non mi manca l'Italia. Perché io dell'Italia ho vissuto la periferia degradata di Napoli, il resto dell'Italia lo vedevo come turista. E davvero mi chiedo come ho fatto a crescere come un alieno in questo mondo, a viaggiare in tutto il mondo, ad essere cosi diverso. Che quando torno qui a trovare i miei genitori mi sento come in una trappola, a sognare di fuggire come facevo ogni sera, quando chiudendo la macchina nel garage mi guardavo intorno, e sognavo un mondo piú grande. O forse solo normale.

Annunci

9 thoughts on “

  1. Come ti ho più volte detto di persona, a me un po' dispiace questo tuo sentimento, benché lo capisca benissimo. Mi spiace che non senta quel senso di "doppia casa" che provo io, perché è una sensazione tanto strana quanto bella.

    Federico

  2. e quel mondo più grande o solo normale ma tuo, conquistato, voluto, adesso lo hai trovato, nel sorriso dei tuoi compromessi, spero, e nella consapevolezza che tutto può cambiare. La felicità è una equazione, ogni compromesso è una variabile da risolvere, alla fine ognuno deve calcolarla bene e magari arrivare alla soluzione.

  3. Io ti capisco. Vivere in Campania, Napoli e dintorni, è vivere in un caos giornaliero in mezzo all'immondizia, la non curanza delle persone, lo schifo delle abitazioni non curate, gente che strombazza ed urla!
    Hai fatto bene ad andare via da Napoli però ricordiamoci che com'è Napoli non è tutta l'talia fatta di tante altre cose e come dicevi tu di vicoli nei piccoli paesi, di campagna curata e silenziosa ed anche di città curate.

  4. Hai ragione. L'Italia ha mille facce diverse. Io ho avuto il privilegio di vivere in Toscana che è un altro mondo rispetto alla periferia napoletana… che sinceramente conosco solo per sentito dire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...