Nel mezzo dell'oceano

Poco dopo pranzo sono partito per un nuovo viaggio di lavoro. Tre ore di volo verso ovest  mi hanno fatto atterrare su un'isola vulcanica nel mezzo dell'Atlantico. Durante l'atterraggio si vedevano intorno ghiacciai immensi, coste frastagliate ed un mare blu intensissimo, scagliarsi contro le rive in onde bianche e spumeggianti. Il paesaggio é invece brullo, roccioso, pieno di crateri, come se fosse appena finita una guerra. Con il taxi che mi portava alla capitale abbiamo attraversato una pianura stepposa, senza nemmeno un albergo, dove l'unica traccia verde erano i licheni attaccati alle roccie. Poi, in fondo, quasi a fare da cornice, delle montagne molto alte, pienissime di neve, che finiscono direttamente nel mare. La cosa divertente é che qui c'é un sole bellissimo, fa caldo (quasi +5), mentre Stoccolma era come al solito sui -6. Ora sono in albergo, e dall'alto di questo grattacielo vedo la cittá sotto di me, chiusa in un golfo. Dietro montagne, davanti solo mare. In fondo, poco (molto) piú in lá c'é il Canada.

Annunci

2 thoughts on “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...