New Orleans 5 / The spotted cat

Come promesso, ecco la storia del famoso gatto. New Orleans é famosa per la sua musica jazz, i funerali in musica, i concerti… insomma per la musica. Allora mi sono detto che la cosa migliore per passare una buona serata é trovare un locale genuino dove ci siano solo persone del posto. Sono stato qualche giorno fa alla famosa "preservation hall", ed é stato un bel concerto, ma c'erano tanti turisti. Quindi, guidato da una cameriera che mi aveva servito il pranzo, mi dirigo in una parte un pochino piú lontana del quartiere francese (anche se di pochi blocks), verso due possibili locali. Uno si chiama "the three muses" e l'altro "the spotted cat". Ci arrivo in taxi sotto una pioggia battente e cerco di trovare questi posti. Mi fermo sotto un locale che sembra carino, che si rivelerá poi essere quello delle tre muse. Non vedo il cartello, e ci sono due uomini di colore mezzi ubriachi con le tipiche tute a cappuccio che mi chiedono dove voglio andare. Decido che forse posso fidarmi e chiedo il nome di questo locale, e mi dicono piú avanti. Mentre mi allontano uno di loro mi chiama per stringermi la mano, ma io ero giá un pochino distante e quindi continuo, e li sento mandarmi improperi non proprio piacevoli. Comunque continuo di qualche altro block, e qui si vede proprio come le cittá americane possano cambiare incredibilmente da un "block" ad un altro. Prima tanti locali con musica dal vivo, ora silenzio, marciapiedi rotti e strani personaggi. Visto che la situazione si faceva particolare, decido di entrare in ristorante giapponese (l'unica cosa aperta) e chiedo di questo "spotted cat". La conversazione va piú o meno cosi :

Io : "do you know where is the music club <<the spotted cat>> ?" (sapete dove si trova il locale <<the spotted cat>> ?"
Cameriera giapponese : "we do not serve cats here!" (noi non serviamo gatti)
Io : "no, I mean the music club, not food. It is called <<the spotted cat>>!" (no, intendo il club musicale, non il cibo. Si chiama <<the spotted cat>>!"
Cameriera : " we do not spit on cats! what do you want!!!" (noi non sputiamo sui gatti, cosa cerchi!!!).

Insomma ho capito che era meglio uscire e sono tornato indietro. Alla fine sono entrato nel primo locale che avevo visto, che si é poi rivelato "the three muses". Sono rimasto lí circa un paio d'ore a sentire dell'ottima musica jazz dal vivo. Il trombettista di colore spariva nel buio del locale, la musica era alta e piacevole, e tantissime persone entravano ed uscivano, parlavano, si incontravano. Anche io ho parlato con tante persone, giusto cosi perché eravamo nello stesso posto.

Annunci

One thought on “

  1. La scena con la giapponese mi ricorda un episodio, quando ancora non c'era stato l'avvento della banda larga, con un addetto di una videoteca e la ricerca del film Fucking Åmål (ovviamente oltre a non conoscere la banda larga, non sapevamo nemmeno che si pronunciasse omol ;))

    /lafattaturchina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...