L'esodo

Una cosa che sto notando sempre di piú nell'ultimo periodo, é che conosco sempre piú italiani. Sembra davvero che negli ultimi 2-3 anni il numero di ragazzi e ragazze che lascia il Bel Paese stia crescendo in maniera esponenziale. E non parlo solo di ricercatori o dottorandi, ma anche di persone con un altro tipo di educazione, dai medici agli ingegneri, passando per i pizzaioli, musicisti, artisti, muratori… chi piú ne ha piú ne metta. Ed immagino che se l'ondata migratoria sia cosi forte in Svezia, che di per se é un paese piccolo, ai confini d'Europa, dove difficilmente puoi lavorare in inglese e con la disoccupazione che sale (anche se mediamente benestante), mi chiedo cosa succeda in posti piú grandi, tipo Londra, Parigi, la Svizzera, gli Stati Uniti. Ma davvero, qualcuno rimane in Italia? Guardando la tv, quelle poche volte che passo per Napoli, mi sembra di vedere una serie di programmi ottimo per un centro anziani. Gli amici della mia etá sono spesso senza un'occupazione fissa o con un salario abbastanza basso, nessuno si fa una famiglia… Chi sa cosa succederá tra 10-20 anni, forse sará una nazione abitata da vecchi italiani e giovani immigrati. E forse potrebbe anche essere una soluzione interessante.

Annunci

6 thoughts on “

  1. Se a Dublino era piena di italiani, di ogni tipo, di ogni professione, dal cameriere all'ingegnere, Bruxelles ne è davvero invasa, sarà che qui in Belgio c'è la più grande comunità europea di italiani all'estero. Quello che distingue l'Italia da altri paesi è che pur avendo una fortissima brain drain (la fuga), non ha una grossa brain gain, non richiama ragazzi dall'estero con qualifiche di un certo livello, e questo è un danno anche in termini economici (lo stato ti finanzia gli studi e tu poi te ne vai, è una perdita). Però credo che per ognuno che vada via ce ne siamo almeno altri 10 che rimangano, per tanti diversi motivi, dalla famiglia ad un lavoro che per quanto rosicato possa essere rappresenta comunque una certezza e le certezze in tempi come questi non si abbandonano così facilmente, certo recentemente andare via all'estero è diventato molto molto più facile, soprattutto in Europa, con un budget limitato si vola ovunque, in poche ore si ritorna a casa in caso di fallimento e c'è sempre un amico o l'amico dell'amico che potrebbe darti una mano in una destinazione lontana, certo poi bisogna anche metterci l'impegno e la perseveranza . Chi rimane ha il proprio equilibrio, i propri compromessi soddisfatti e sono sicuro o almeno mi auguro abbia un sorriso. Chi va via però, ho come il sospetto che difficilmente tornerà..

  2. Purtroppo è un qualcosa che si sta verificando da qualche anno, hanno iniziato a chiamarla "Fuga di cervelli" ma alla fine come hai scritto tu, chi riesce a fuggire fugge senza troppi problemi.
    Ed è un peccato perchè le meglio risorse le lasciamo scappare all'estero.
    La spiegazione di ciò è molto semplice: l'Italia non offre -ora come ora- posti decenti per i giovani, le sedie sono occupati da anziani che saldamente e giustamente non vogliono lasciare il posto. Troppe persone fanno il medesimo lavoro o non vengono considerati…E quindi molte persone cercano una maniera per farsi strada dove qualcuno potrebbe notarli.

    L8D

  3. Ho avuto la medesima sensazione, anzi constatazione. Da quando sono tornato a Stoccolma ho conosciuto molti immigrati Italiani, tutti giovani e per lo più arrivati qui da pochi mesi. Anche chi non è in Svezia può farsi un'idea osservando la quantità di nuovi blog come i nostri che sono spuntati di recente.

  4. … ti leggo spesso, anche senza commentarti…
    Riguardo a questo tuo post, mi aggrego con chi scrive "Che interessante prospettiva……."
    Continuo a leggere gli arretrati che mi son persa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...