La situazione di Stoccolma

Stamane mi sono svegliato particolarmente presto, per andare un attimo ad Helsinki dove avevo degli incontri di lavoro. Lí ho anche pranzato, e devo dire che non era niente male. Tra le varie cose anche le famose "piroghe di Carelia", una specie di calzone imbottito di riso fatto al forno, su cui si doveva spalmare una "frittata al burro". Ovviamente non ci facciamo mancare la calorie. Tornato a casa ho ritrovato nella mia borsa un giornale che avevo comprato ieri in stazione. Si chiama "Situation Stockholm", e viene scritto e distribuito dai senza tetto di Stoccolma, che purtroppo ci sono anche se spesso si nascondono bene. Comprando questo giornale i soldi vanno appunto ai poveri e bisognosi della capitale, quindi mi sembra una cosa giusta contribuire. Tra l'altro é anche un giornale molto interessante, che dá un'immagine molto reale di tante cose svedesi. della solitudine dei poveri, dei senza casa, di quelli che hanno perso il lavoro ed una famiglia. Sfogliando le pagine ho trovato una poesia scritta da una ragazza/donna di nome Marina, ve la traduco (forse non alla lettera).

Siedo a casa da sola nel mio appartamente senza speranza. Di fronte a me una bottiglia di sidro. Ascolto i Ramones. Quando la depressione mi prende di nuovo con quell'insopportabile dolore che non si riesce a spiegare, mi sento senza potere e tutto é scuro. Guardo i miei gatti che dormono cosi sicuri, le lacrime sgorgano e spargono il mio dolore, dolore per la mia mancanza di energia e di voglia di vivere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...