Un gatto in movimento

Stamattina la sveglia alle 4:30 non é stato veramente un gran bel risveglio, considerando poi il buio e la pioggerellina che c'era fuori. In ogni modo aspetto il mio taxi per quasi 15 minuti al freddo, e non arrivava. Chiamo ed il simpaticone al centralino mi dice che secondo il suo programma l'auto era proprio sotto il mio palazzo, peccato che io ero lí fisicamente e di taxi nemmeno l'ombra. In ogni modo dopo qualche minuto arriva un'altra auto e salgo su quella per arrivare in aereoporto. Tra l'altro nell'attesa, visto che non avevo notizie del mio taxi, avevo anche chiamato un'altra ditta. Questa mi dice che non ci sono auto nella mia zona e mi attacca il telefono in faccia… che simpatia.

Arrivato ad Arlanda c'era una fila lunghissima ai controlli, cosa alquanto strana visto che erano le 5:50 del mattino. Ma non prendo molti aerei di lunedi, sará che molte persone "pendolano" per la settimana, chi sa. In ogni modo per fortuna sono un frequent flyer, quindi salto la fila alla grande ed in pochi minuti solo al gate. Salgo sull'aereo ed inizio a dormire, risvegliandomi solo circa 4 ore dopo. L'aereo atterra lento sul mare, mentre la costa passa alla sua destra. L'aria é calda, e si piú andare in giro solo con un maglione ed una giacca. Dopo aver mangiato vicino al mio albergo vado con un collega in centro, dove ci incammiamo tra tante stradine, vicoli che si intrecciano, piccoli negozi, bar. Ad un certo punto compare il mare, e ci sediamo ai tavolini di un bar all'aperto per bere qualcosa, e fa cosi caldo che a tratti devo rimanere in maniche di camicia.

Continuiamo a camminare ed arriviamo alla spiaggia, dove una scena quasi perfetta si apre davanti ai miei occhi. Una spiaggia lunga, di sabbia, curva leggermente sulla sinistra. Di fronte un mare azzurro leggermente mosso dal vento fresco, qualche barca a vela in lontananza. Sulla battigia coppiette sedute sono ferme a guardare il mare, qualcuna cammina mano nella mano, un cane corre rincorrendo un aquilone. Sulla destra un edificio moderno a vetri a forma di vela si staglia contro l'orizzonte ed il sole che tramonta dietro la collina. Sarei potuto rimanere a guardare quell'incanto per ore.

Il resto della serata é stato poi lavoro.

Annunci

2 thoughts on “

  1. Scusa se ti rispondo ma mi sa tanto di fantasia questo tuo racconto finale " Di fronte un mare azzurro leggermente mosso dal vento fresco, qualche barca a vela in lontananza. Sulla battigia coppiette sedute sono ferme a guardare il mare, qualcuna cammina mano nella mano, un cane corre rincorrendo un aquilone. " Ma quale foto hai visto? Ma dai mi sembra tutto così irreale questo che vai dicendo!! E' tutto troppo perfetto !! No non coi credo!!!
    Eppoi x ultimo quale città sarebbe questa dove si verificano queste cose?
    Saluti from Italy
    Saluti from Rome to you
    Sara!!!
     Eppoi 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...