Il senso del gatto per il mare

Ieri ed oggi sono stato a Stoccolma, per un fine settimana che aspettavo da tempo. In pratica mi sono iscritto ad un corso intenso di vela. Due giorni in una baia dell'arcipelago fuori Stoccolma, a cazzare la randa etc… La cosa piú complicata é che tutto il corso era in svedese, quindi ho cercato di imparare i termini marinareschi in svedese, e piú o meno ce la si puó fare. Anche se non capivo proprio tutto. In ogni modo é un'esperienza fantastica, sentire la barca che scorre silenziosa sull'acqua mentre in alto il vento gonfiava la vela. E poi appena si prende il vento la barca si alza su un lato, quasi in diagonale, ed inizia ad andare sempre piú veloce. Abbiamo provato diverse manovre, cambi di rotta, etc… ed é davvero bellissimo sapere che anche se hai scelto un obiettivo per la tua rotta, non ci puoi andare dritto, ma devi usare il vento di quel momento per andare dove vuoi andare. Alla fine oggi pomeriggio siamo anche usciti da soli, con l'istruttore che seguiva da lontano con una barca a motore. Una sensazione quasi da altri tempi, ma anche un continuo stimolo alle abilitá di calcolo, uno sport molto razionale, quasi matematico. Adesso sono finalmente a casa, stanchissimo, e mi sembra ancora di ondeggiare un poco, ma consiglio davvero a tutti di provare almeno per una volta. Troverete le barche a motore quasi offensive… (ma comode).

Annunci

2 thoughts on “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...