Capitale

Il programma iniziale di questo mio viaggio finlandese era di andare di nuovo ad Oulu dopo Kuopio oggi, per tornare ad Helsinki domani. Un imprevisto ha invece cancellato il viaggio piu’ a nord, e quindi oggi sono arrivato nella capitale. Sono partito su un piccolo aereo ad eliche da Kuopio in una giornata tersa e fredda, e dopo il solito atterraggio "allegro" via in Taxi verso il centro, dove questa volta ho un nuovo albergo. Arrivando verso Helsinki quello che mi sorprende sempre qui in Finlandia e’ questo senso di pulizia, di quasi "sterilita’" delle case, del paesaggio, delle costruzioni. L’attenzione al dettaglio, ma soprattutto al design e’ presente in tutte le cose, dai ristoranti, ai bar… sembra a volta di essere in un catalogo di Ittala. Sto adesso lavorando dalla mia camera, e guardo la strada di fronte. Alberi ancora verdi che si muovono nel vento freddo, persone che camminano nelle strade chiuse nei loro cappotti, lontano, tra le foglie, il sole che leggero illumina questo mondo di luce gialla e calda.

Continuando verso est

Sceso di casa questa mattina verso le 7:00 ho sentito un freddo incredibile appena uscito dal portone, ed infatti mi sono poi accorto che c’erano dei piacevolissimi +3 gradi! Ho almeno fatto in tempo a recuperare sciarpa e cappello. Altro volo verso est, ad Helsinki, ma poi da qui un nuovo aereo, sempre piu’ ad est, e sono da poco atterrato a Kuopio, nel centro della Finlandia orientale. Atterrando la cosa piu’ impressionante e’ stata vedere una distesa infinita di alberi arancioni e poi laghi, migliaia, milioni di laghi blu, a perdita d’occhio. Anche la strada dall’aereoporto fino in citta’ costeggia e poi attrersa acqua senza mai smettere, una sensazione incredibile. Il blu del cielo di questa fredda giornata di inizio autunno (qui siamo a circa +6 gradi) contrasta con i boschi che sono ovunque, le isole in fondo ai laghi. E’ un paesaggio incredibile, non ho mai visto niente cosi. Ora sono in albergo, ed ho una camera direttamente sul lago, davanti a me solo nuvole bianche, spumose, che si riflettono nell’acqua, mentre boschi ed isole fanno da cornice in lontananza.

Piove

Piove, piove in maniera continua, disattesa vista la giornata cosi piena di luce, di sole, di schizzi di colore tra le strada. Piove, ed infinite gocce bagnano la finestra, le strade, le case, le auto, i pensieri.

Ammirando

Tra ieri ed oggi ho attraversato la Svezia, arrivando quasi fino al suo centro. É incredibile vedere come l’autunno sia arrivato prepotente ad Uppsala e nella regione di Stoccolma, mentre se ne vedono solo i primi segni piú a sud. Qui intorno si attraversano kilometri di foreste dorate ed in fiamme, alberi dalle foglie gialle e rosso fuoco. L’auto passa veloce sulle foglie che formano lunghissimi tappeti colorati sui cigli della strada, mentre tante altre volano incontro, creando l’effetto di una leggere pioggia d’oro. La luce inizia a cambiare, il sole a scendere sull’orizzonte, e crea venature di colore caldissime, incandescenti quando si posa sui campi ancora gialli, mentre in fondo, solo foreste e l’incantevole, bellissimo, autunno svedese.

Saranno famosi

Abbastanza stanco sono tornato questa sera ad Uppsala, e mi sono trovato in aereo due ragazzi di colore con treccine multicolori e cantenone stile "gangsta". Probabilmente americani viaggiavano in business, e secondo me sono pure abbastanza famosi… ora cercheró di capire chi siano : D

Un paio di giorni impegnati

Ieri, dopo aver parlato ad una riunione per circa 3 ore e mezzo a Stoccolma, ho trascorso la serata ad una festa di dottorato ad Uppsala, che si e’ svolta come da tradizione in una delle associazioni studentesche della citta’. Tutto molto buono e divertente, compresi i canti che si devono fare tra le varie portate e che incitano gli studenti e non a bere ed ubriacarsi : ) Ho anche tenuto un piccolo discorso per la mia amica, spero che le sia piaciuto in quanto veniva proprio dal cuore! In ogni modo sono andato a letto per fortuna non troppo tardi, verso le 23:00, in quanto stamattina sveglia alle 4:00 e primo aereo per Amsterdam, visto che avevo una riunione di lavoro a Leiden, dove mi trovo adesso. Ero talmente stanco questa mattina che ho dormito tutto il tempo in aereo e mi sono svegliato di soprassalto solo perche’ eravamo atterrati!