Se tutto avesse un senso

A volte mi capita di incontrare delle persone che hanno una bellezza nascosta, che non riesco ad individuare. Ci parlo, le ascolto, e sento che hanno qualcosa, che mi trasmettono una sensazione, ma non riesco a capire da dove provenga, nonostante mi sforzi seriamente di capire, di analizzare, di "spezzettare" le mie sensazioni per poi dare loro un nome. Ma, certe volte, ci si deve solo arrendere, ed ammirare. Permettermi la citazione: "la bellezza, la bellezza é importante"

L’equatore al Polo Nord

E dopo la sveglia alle 5:00, tragitto finale a Stoccolma ed un altra giornata di lavoro, é finito il congresso e posso riposarmi un pochino! E soprattutto fuori ci sono 30 gradi, si suda solo a muoversi e sono costretto a dormire con la finestra aperta, incredibile : )

Un’estate al mare

Altra giornata di congresso ieri, condita da un intermezzo di falso allarme incendio. É andata bene, interventi interessanti, buone discussioni e persone da incontrare. La sera siamo usciti per la cena e poi per bere qualcosa in una Stoccolma caldissima ed incantevole. Complice il fatto che era venerdi, che le persone hanno ricevuto i loro stipendi in settimana, il caldo pazzesco e le giornate infinite, mi é sembrato quasi che l’intera popolazione svedese fosse per strada allo stesso momento. Ristoranti strapieni, bar all’aperto, strade piene di gente, un’atmosfera molto poco nordica! Incredibile poi vedere la quantitá di donne e ragazze bellissime, gambe lunghe e gonne cortissime, capelli, sguardi, mani, era davvero da girare la testa. Ho preso poi l’ultimo treno per Uppsala letteralmente circondato solo da donne tutte vestite da sera, che parlavano, ridevano scherzavano, é un’estate incredibile. Fa taltmente caldo che ho dovuto dormire con la finestra aperta, e questa mattina, mentre scrivo, siamo giá a 25 gradi! Oggi si ricomincia, sveglia presto, di nuovo a Stoccolma ed un’altra giornata di lavoro.

Congresso a Stoccolma

Oggi sono partito molto presto da Uppsala per andare a Stoccolma, dove si tiene un congresso molto grande (non per niente si chiama "world congress etc etc"). Sono appena tornato a casa e domani si ripete di nuovo!  La cena é stata poi offerta dalla cittá di Stoccolma nella sala che viene usata per i banchetti del premio Nobel, al municipio. Peró che giornata incantevole, sole, caldo (anzi caldissimo) ed il vento fresco che passa sul Mälaren scompigliando i capelli e muovendo le gonne delle donne che camminano a passo lento. Potrei restare a guardare tanta bellezza per sempre.

Sorrisi notturni

Leggo spesso Travaglio, che mi sembra uno dei pochissimi giornalisti italiani ancora li a dire la veritá. Poi stasera, tornato stanchissimo da Leiden a casa, mi ha anche strappato un sorriso. Sul sito dell’Unitá.

p.s. ed il video sul suo blog é fantastico!

Altro giro altra corsa

Ho lasciato la Svezia sotto un sole quasi bollente, mentre l’aereo si alzava piano tra boschi verdissimi e quasi infiniti. Il cielo era chiaro e trasparente, e per la prima volta ho visto chiaramente Stoccolma da lontano, fino al Globen. Quindi nuvole chiare, il cielo sopra la Danimarca, e poi la Germania e poi di nuovo Amsterdam. Ed eccomi di nuovo a Leiden per un’altra giornata di riunione. Intanto il mio ristorante preferito, una buona birra belga e devo dire un ottimo dessert (nuovo questo). Anche qui alle 22:30 e’ ancora pieno giorno, e guardo il sole tramontare dietro il cielo che piano diventa arancione. In cielo, come sempre, canti di gabbiani che dal mare arrivano in citta’.