Sommar

Negli ultimi due giorni il tempo é stato incantevole, fa caldissimo e c’é un cielo azzurro e profondo, nemmeno una nuvola ed un sole che scotta. Ieri sera sono tornato a casa da una festa verso le 2:00 del mattino, e la luce stava giá aumentando, era quasi l’alba, e si poteva intravedere il sole spuntare arancione verso nord. Bellissimo.

Annunci

Piccoli particolari

Leggendo 5 minuti oggi il giornale svedese on-line (perché qui al lavoro é permesso), mi capita una delle solite notizie su "papi", e c’é questa foto gigante di lui che parla con il suo amico Vespa. Per curiositá leggo la didascalia che dice piú o meno : " Sxxx B….. (papi) in una discussione con il giornalista televisivo Bruno Vespa sul canale televisivo RAI posseduto dal primo ministro ...". Non male come definizione, poi sul piú grande giornale svedese!

Qui l’articolo (ovviamente in svedese!)

Eskiltstuna

Oggi sono stato in questa cittá a circa un’ora e mezzo da Uppsala per il mio lavoro. Il congresso che ho visitato era ospitato proprio vicino al fiume, quindi ho potuto almeno per 5-10 minuti farmi una passeggiatina all’aperto, tra i vari momenti di pioggia a badilate che hanno accompagnato la giornata! In ogni modo non sembrava tanto male, anzi questa cittá appoggiata sul lago Mälaren mi dava un senso di beata pace, a poco meno di un’ora da Stoccolma eppure cosi lontana dal caos del mondo. La strada per arrivarci, come quasi sempre qui in Svezia, é un susseguirsi sterminato di foreste dopo foreste dopo foreste, interrotte ogni tanto da case di legno rosso e laghi. Sono anche passato fuori ad una cittadina che non sembrava male (Strägnäs), mi ci devo fare un giro. Si attraversa anche uno dei pochi ponti sul Mälaren (credo ce ne siano due a parte quelli di Stoccolma), e l’impressione é quella di galleggiare a pelo d’acqua, mentre a destra ed a sinistra il lago si rifletteva plumbeo sotto il cielo pieno di nuvole, chiazziato del verde delle isolette che spuntano ovunque dalle acque.

Qualche foto presa al volo :

Verde e bianco e viola

In questi ultimi giorni sono successe varie cose, e soprattutto la stanchezza ma anche la felicitá si alternano veloci come queste nuvole che a volte coprono il sole ed altre volte lo lasciano uscire in tutta la sua bellezza estiva. Oggi camminavo per Uppsala ad ora di pranzo e faceva molto caldo, mentre il vento portava i miei capelli da tutte le parti. Mi sono soffermato per un attimo a guardare il verde dei parchi, il viola ed il bianco dei fiori che sono ovunque, questa natura che sta di nuovo esplodendo, bellissima, potente, assolutamente incredibile.

Altre foto di viaggio

Ho scaricato ieri alcune delle foto fatte negli ultimi 10 giorni in giro. Mi piace fermare i momenti che vivo, é come mettere per iscritto i pensieri.

1) Colazione sul canale in un albergo di Leiden

2) In volo sull’isola d’Elba

3) Tramonto sui Paesi Bassi

4) I fori imperiali a Roma nel calore del mezzogiorno

5) In volo sulle Alpi

6) Panorama napoletano


Esperienze

Stamattina ho deciso di aiutare un’amica, e sono diventato autista per un giorno. Questa ragazza che conosco é stata per tre anni con un uomo che ha una figlia (e qui giá inizia ad essere complicato), che si é ammalata a tre anni di un tumore al cervello purtroppo incurabile. Lei é rimasta molto attaccata alla bimba, ed ogni tanto si prende ancora cura di lei, anche adesso che la bimba ha 7 anni e le hanno dato non molti mesi di vita. Volendola portare a fare un po’ di "pony-riding" mi ha chiesto se le accompagnavo in macchina, e mi é sembrata una cosa giusta da fare.

La bimba é veramente molto dolce, piccolina, molto carina. Ci siamo anche un pochino divertiti insieme, io che la prendevo in giro e la rincorrevo e lei che cercava di scappare. Non si vede quasi che sia cosi malata, anche se i capelli sono in alcuni punti ancora un pochino radi dall’ultima chemioterapia. Accarezzandole la testa ho potuto sentire chiaramente (o almeno penso che sia cosi), le "cuciture" di precedenti operazioni, e devo dire che la cosa é stata abbastanza traumatica, certo piú per lei che per me, mi rendo conto.

Alla fine la bimba si é divertita, ha fatto addirittura due giri sul pony, con le sue scarpette glitter rosa. Mi ha fatto molto male vedere quanto possa essere tremenda la vita, e come una bambina possa ancora sorridere, vivere e forse stare anche bene, in quelle condizioni. Vorrei aver potuto fare di piú, non so, sono davvero senza parole.

Elezioni

Come cittadino di uno stato EU che vive in un altro stato EU, ho potuto scegliere se votare alla elezioni europee per i candidati italiani (cioé per il paese di cui ho la cittadinanza) oppure per quelli svedesi (cioé per il paese in cui vivo). Ci ho pensato un pochino, ma alla fine ho deciso di votare per i candidati svedesi, visto che in fondo il mio legame con l’Italia é quello di un ricordo, mentre ormai tutta la mia vita si svolge qui. Metti poi lo schifo assoluto per i candidati italiani, la scelta non é stata immediata, ma non proprio difficile. In ultimo visto che in Italia le cose é bello farle facili avrei dovuto recarmi di persona in ambasciata a Stoccolma mentre cosi posso anche votare per posta, oppure andare alla scuola fuori casa il 7 o anche votare nelle settimane precedenti presso la biblioteca comunale (piú tantissimi altri seggi), che saranno aperti da adesso fino alle elezioni praticamente tutti i giorni. Davvero mi chiedo che sistema costringere chi vive in posti lontani (e la Svezia é un paese immenso) a recarsi di persona a Stoccolma per votare, quando ormai esistono tanti modi per semplificare la burocazia.