Beatitudini

Leggendo le ultime dichiarazioni del generale a capo dei soldati neri, una specie di Darth Vader (in fondo il suo capo somiglia all’imperatore!) mi viene proprio da rispondere (da non credente in questa chiesa oscurantista, povera di idee e di amore), con parole che nessuno di loro ha mai letto nella propria vita :

Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati gli afflitti, perché saranno consolati.
Beati i miti, perché erediteranno la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati a causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.

Annunci

Un giorno come gli altri

Scendevo le scale per andare a casa ed ho visto il sole lontano scendere verso il basso. Una arancia rossa, gigante e calda che lambiva le cime degli alberi del bosco dietro l’istituto di ricerca. Il cielo si sta facendo sempre più rosso, quasi infuocato, in questo lunghissimo tramonto scandianvo. L’aria è frizzante, ed è piacevole camminare e poi pedalare sentendo il freddo che ti punge la pelle, e gli occhi e le mani che ormai vanno senza guanti. La luce si rifletteva nel doppio vetro creando due-tre soli che si rincorrevano in cerchio, con luci e colori contro le pareti bianche delle scale.

Tempo di tornare a casa.

Proponiamo una legge

Se come dicono gli uomini in gonnella che hanno tutte le qualità di un politico dei tempi nostri, cioè astuzia, capacità di mentire, mancanza di sensibilità, amore e carità, odio verso i diversi, voglia di prevaricare etc… insomma se hanno ragione (vedi link e link) e i politici cattolici sono tenuti ad "obbedire", allora per legge un politico deve giurare di non essere cattolico per entrare in parlamento. Altrimenti non sono più li per mandato popolare ma per quello della chiesa. Insomma "obbedire" è un verbo pesante, e vuol dire fare quello che ti è ordinato ne più ne meno. Sono curioso di vedere con che faccia diranno i politici (al 90% risposati, con amanti, omosessuali, con due matrimoni) che devono "obbedire" al volere morale della chiesa cattolica.

Domande senza una risposta

Stavo per scrivere un post su una persona che conosco, ma poi ho cambiato idea e non mi va più. In pratica la domanda di oggi è: val la pena dedicare l’intera propria vita ed esistenza al lavoro e poi morire per un tumore al cervello a  45 anni, oppure trovare un equilibrio ed avere anche qualcosa oltre il lavoro? Questa specie di mestiere che faccio prende moltissimo, e se lo vuoi fare bene rimane poco per il resto. I migliori scienziati che conosco pensano solo ed esclusivamente al lavoro, non hanno una vita al di fuori del laboratorio. Io invece una vita ce l’ho, faccio tante altre cose quando finisco la mia giornata, quindi cosa vuol dire, che non sarò mai uno "scienziato" vero ?

Poi mi arrivano certe notizie dall’Italia, guardo il sole fuori, questo cielo azzurro struggente, la temperatura di 17°C e penso proprio che me ne vorrei andare in giro in bicicletta fino al lago, e perdermi tra le colline verdissime che si tuffano dentro.

Ma è possibile trovare un equilibrio, oppure siamo così freneticamente presi dalle nostre cose da non capire quanto la vita, in breve tempo, ci possa offrire tanto se solo ce ne accorgiamo. E poi chi sono io per giudicare come si vive la vita? Se uno vuole passare 20 ore al giorno lavorando per poi andarsene presto da questo mondo, se era felice perchè mi faccio tutte queste domande? E se non lo era sarebbero affari miei? E soprattutto, troverò il mio equilibrio per la fecilità ? Forse sono egoista, ma a volte mi chiedo davvero quale sia lo scopo di tutto questo, sempre che ce ne sia uno.

Università e storia

Scattai questa fotografia in uno dei miei primi giorni qui ad Uppsala, penso inizio dicembre 2005. Qualche giorno fa ho scoperto che "Fanny ed Alexander", film di Bergman ambientato ad Uppsala inizia proprio con questa inquadratura, molto simile.

Mi piace a volte immaginare il giovane Bergman girare per le strade di Uppsala, dove si dice abbia iniziato ad andare al cinema da bambino. Così come a volte mi immagino Linneo andare in giro per l’Università antica (era professore qui), oppure Celsius o Svedberg o Ångstrom e tanti altri dietro di lui. E vedere come l’Università abbia mantenuto tradizioni antiche, abbia una storia. E mi fa anche un pò di rabbia perchè la "Federico II" dove ho studiato io è molto più antica, ha molta più storia… eppure ci sono studenti che si sentono parte dell’Università in Italia? Della sua storia e delle sue tradizioni ? Qui si, e credo che sia una bella cosa.

Peccato per noi.

Due film in due giorni

Sembra che all’improvviso scoppi la primavera di nuovo, sole, cielo azzurro e tanto caldo (insomma quasi +7°C !). Intanto in questo fine settimana sono andato a Stoccolma per vedere il film "Il nuovo mondo", che però non mi ha convinto moltissimo. Insomma manca di una trama e penso si possa salvare solo come "documentario" sull’immigrazione italiana in America all’inizio del secolo scorso.

Oggi invece mi sono visto "Agata e la tempesta", ma quanto è brava e soprattutto quanto mi piace (in tutti i sensi) Licia Maglietta, si vede che sangue napoletano non mente (è anche lei una nostra conterranea). Personalmente credo manchi qualcosa a questo film, ma in ogni modo ho passato due ore davvero divertenti, ve lo consiglio.

Canoa cercasi

Infatti vorrei proprio sapere cosa ce l’ho a fare la bicicletta quando mi trovo a pedalare in mezzo alla nebbia ed alle goccioline d’acqua in questa fine di marzo che sembra novembre. Il cielo continua ad essere grigio ed umidissimo, una cosa che, a sentire i locali, non si è mai vista. In effetti lo scorso anno era completamente diverso, mi sembra quasi di essere in un altro posto del mondo.

Domani vado a vedere a quanto vendono le pagaie!