Tramonti blu

Scende sul cielo e sulla città una luce blu intensissima, un tramonto che dura almeno un paio di ore, durante le quali la luce piano piano sparisce dietro le nuvole oblique, che sembrano ricordarci quanto in questo periodo la terra sia inclinata rispetto al cielo. Le cse si colorano di questo blu che tende al violetto, la luce diventa sempre minore, poi tutto sparisce in un nero uniforme, che non lascia spazio a nuvole od a colori diversi. E si accendono tutte le luci, e gli uffici lontani, e le aule dell’Università e poi i laboratori dove ogni tanto vedi qualcuno passare veloce.

In strada luci rosse delle biciclette si rincorrono tra i viali deserti, tutto è silenzio.

Annunci

Fluido

Il seminario è andato bene, ho fatto anche un sacco di battute e si sono messi a ridere anche gli svedesi, sicuro e splendido come il sole (insomma ora sto esagerando), mi sono preso pure l’applauso finale. Tutto scorre, come in un fiume che non si ferma e si porta dietro ricordi e giorni e parole ed abbracci e baci e carezze. E poi l’asfalto passa veloce sotto le ruote della bicicletta, lasciando una striscia sulle foglie cadute. E senti il rumore dei sassolini sotto le ruote, il rumore dei campanelli lungo le strade lunghe ed in discesa… e tutto continua, tutto è veloce ma fluido.

Ma siamo pazzi o cosa?

Leggo su Repubblica di un padre che ha preso a mazzate la figlia in quanto frequentava un italiano (lei mussulmana), e cosa leggo alla fine dell’articolo :

Secondo Hany Abd El Karem, presidente della consulta immigrati di Bolzano, l’inquietante episodio denunciato dalla ragazzina mediorientale, nasconde "problemi di educazione". "Va bene l’integrazione, ma ciò non deve comportare uno scioglimento della propria identità culturale con assimilazione nella cultura occidentale. Gli immigrati devono integrarsi mantenendo tutti i caratteri tradizionali, culturali e linguistici legati alla propria storia e al proprio Paese d’origine. Questo padre che ora si lamenta del comportamento di sua figlia avrebbe dovuto avere prima la necessaria attenzione di educare in maniera adeguata sua figlia, affinché la figlia rispettasse la sua cultura"

Cioè le doveva fare il lavaggio del cervello prima? Integrare mantenendo la propria cultura non vuol dire togliere dei diritti che in occidente le donne hanno. Altrimenti creiamo delle enclave, poi i ghetti e poi si finisce come a Parigi. Certo poi ci si mettono leggi razziste come la Bossi-Fini che non servono a niente (a proposito, abolirla no?), la mancanza di volontà di far diventare queste persone italiane, svedesi, francesi etc… Mi rendo conto (e lo vedo anche qui in una parte delle comunità immigrate dall’Oriente) che vogliono mantenere un’identità molto forte e personale, ma non è questo un buon motivo per separarli da noi.

Insomma riusciremo a fare in modo che si sentano italiani al 100% e della loro nazionalità al 100% e mai 50-50 o altre strane percentuali ?

Tornare a casa

Oggi sono stato impegnatissimo dalle 10:00 fino a poco fa, che giornata! Però sono soddisfatto, in quanto le cose sono andate anche meglio di quanto mi aspettassi. Cosa… forse ve lo dirà un giorno ; )
Per adesso continua a piovere, in un cielo nero e scuro, mentre le luci si abbassano intorno e sento il mondo girarmi intorno mentre resto seduto su questo divano. Ogni tanto passa una macchina, ogni tanto sento un rumore di passi veloci nella pioggia, passi che tornano a casa.

p.s. ieri avevo scritto un post e Splinder se lo è mangiato… si vede che aveva fame 🙂
p.p.s. fantastico, è anche comparso il post di ieri dopo aver pubblicato questo!!!

Libertà di ricerca

Napolitano: "Intesa con Chiesa sulla ricerca e la bioetica"… presidè, ma che ti sei messo in testa?

La scienza spiega come "vadia il cielo", la religione come "si vadia in cielo" e questo era Galilei, quattrocento anni fa.

Bellissima

Dalla striscia rossa dell´Unitá di oggi :

All´inferno non ci vanno i comici e neanche i preti, eminence. I veri cattivi sono altri: i mafiosi, i prepotenti, i pedofili, quelli che rovinano l´ambiente e quelli che fanno le guerre. Non noi eminence. Alleiamoci. Lo so che lei non ce l´ha con me. Lei è don Camillo e io sono la sua Peppona. Ci vogliamo bene come Fernandel e Cervi che litigavano e poi andavano d´accordo.


Luciana Littizzetto. «Che tempo che fa», sketch rivolto al cardinale Camillo Ruini, Rai Tre, 19 novembre

Sensazioni invernali

Ti accorgi qui quando arriva l’inverno per la luce che inizia a mancare in maniera impressionante. In pratica quando mi sveglio adesso verso le 7:00 è notte fonda, e si inizia a vedere uno spiraglio di luce solo verso le 8:30…. poi il tramonto è ormai quasi alle 16:00, e scende sempre di più…

Ricordavo l’anno scorso queste sensazioni, ma forse ero così incasinato con il fatto di essere arrivato qui da pochi giorni che non sono riuscito a rendermi bene conto di quanto fossero incredibilmente bui questi mesi. Per fortuna passano presto, e dal 23 dicembre si inizia di nuovo a risalire, ma questa sensazione di notte "perenne" è sempre incredibile. A questo va da aggiungersi che questo novembre è stato incredibilmente grigio e piovoso, penso di aver visto il sole si e no un paio di volte.

Tanto, la luce, te le devi portare dentro sempre, anche se sei all’equatore ; )