Volare

Stamattina vorrei tornare su quella scogliera del Virgiliano ed affacciarmi sulle roccie, guardare quel mare blu e grande, senza niente davanti… con la foschia che copre la costiera e le isole… vorrei avere l’impressione di trovarmi davanti al vuoto, come in Portogallo, quando ti affacci su quella costa alta e frastagliata e sai che davanti non hai niente, il nulla… quando sai che la terra è finita e ti aspetta solo acqua e poi onde e nebbia e poi ancora vuoto fino all’infinito. Il mare inizia dove finisce la terra, ed io avrei davvero voglia di "volare" come i gabbiani, almeno per cinque minuti, di allontanarmi da tutti i miei pensieri e le mie preoccupazioni, di andare via e di non sapere perchè sto volando. Sogno spesso di volare, e di sorvolare città, tetti e vite, mi alzo in alto e poi con un respiro più forte mi trovo al di sopra delle montagne e poi ancora più su… in quei momenti mi sento felice, sento che niente può toccarmi e che tutto andrà bene, sogno di scendere nei vicoli e di sfiorare gli angoli dei palazzi per poi tornare di nuovo su, e nessuno mi vede… le persone sono sempre indaffarate nelle loro vite, ed io lì, a guardare il mondo dall’alto…

Mercoledì dopo l’eclisse i gabbiani volavano intorno alle scogliere, salivano e scendevano sulla mia testa… a volte mi piacerebbe saper volare, anche solo per un attimo…

I wish to fly...

Seagulls 1

Nuvole e sole

Girano veloci in questo cielo ed in quest’aria che mi sembra quasi estiva, mentre camminavo per la mia vecchia Università, dove sono stato a salutare il vecchio gruppo di ricerca e per alcune riunioni di lavoro. Ascoltavo i rumori che mi sono lasciato alle spalle, rumori conosciuti e che ritornano nella mia mente, ma che sembrano echi lontani di una vita che non mi appartiene più. E’ strano girarsi indietro, e rivedere le persone che sono rimaste lì, e trovare persone nuove, volti diversi e giovani, ragazzi di poco più di vent’anni che sono ancora all’Università. E pensare che pochi anni fa ero anche io come loro, con quegli occhi pieni di sogni di un futuro che poi è arrivato e che per fortuna non mi ha lasciato molto deluso.

L’altra sera c’era un tramonto rosso fuoco, il tramonto di un altro giorno che passa, uno degli ultimi qui… penso sia meglio così… stasera se va bene mi faccio una pizza, poi di nuovo via, verso la mia vita… vi regalo questo tramonto, quello che vedevano i miei occhi, come sempre persi in pensieri che scappano veloci…

Sunset from my window 1

Eclisse di sole

Sarà stato il caso che mi ha portato qui nella settimana dell’eclissi, ma potevo mai farmi sfuggire un’occasione del genere? Quindi mi sono armato con la mia macchina fotografica, messo d’accordo con qualche astrofilo e via verso il Virgiliano da dove ho scattato tantissime foto… Lo spettacolo della Luna che si sposta sul Sole è davvero bellissimo e visto con un buon binocolo (e le giuste protezioni, cioè fogli di astrosolar!!!) c’è da rimanere con gli occhi da fuori. E’ incredibile… il sole che si oscura… pazzesco! Peccato non poter essere stato in Africa a vedere la totale… ma non mancherà occasione in futuro… adesso vi lascio alcune fotografie, buona visione!

p.s. purtroppo ho finito il mio spazio mensile su Flickr… devo aspettare il primo aprile eh eh eh

Sun black spots
La Luna entra nel Sole…

Sun smiling : )Il Sole sorride… siamo al massimo dell’eclissi a Napoli

Sun and MoonMa è la Luna o il Sole ? : )

Time to say goodbyeAlla prossima eclissi!!!

Eclipse between the clouds 2Eclissi tra le nuvole… con questo "filtro naturale" si vedeva così ad occhio nudo!

Noia

Ed eccomi qui, a casa mia, a parlare fino alle 2 di notte via internet con i miei amici ad Uppsala… mi sveglio tardi e non ho molta voglia di fare nulla. Mi scoccio di scendere di casa, avrei da lavorare in quanto nei prossimi giorni ho fondamentalmente degli incontri da fare… ma non ho voglia di fare nulla!!! Prometto di riprendermi a breve 😀 Adesso il cielo è grigio, di un grigio che non vedevo da mesi… ho solo voglia di dormire, di chiudere gli occhi e di pensare che tra qualche giorno torno alla mia vita normale… non voglio male a nessuno, ma adesso mi sento così… domani passerà…

Napoli

Dite la verità, vi sono mancato? Scherzi a parte… arieccomi nella mia ex-città, per motivi di lavoro e quindi posso stare una settimana a casa dai miei, non che ne abbia una voglia matta, eppure sono qui! Ieri sera sono arrivato tardissimo a Capodichino, e quindi oggi ne ho approfittato per una lunga dormita, che è poi proseguita dopo pranzo… insomma sono in fase di letargo acuto che spero finisca il prima possibile. Avrei voluto scrivere già questa mattina delle solite discussioni su mia madre, su come il mio stare in Svezia sia per lei segno di sventura e catastrofi naturali (ci sarà un’eclisse di sole mercoledì… tutto collegato secondo voi?)… poi oggi pomeriggio ho sentito la mia lei, ed adesso tutto va bene…

Vorrei

Vorrei scrivere qualcosa di particolarmente brillante oggi (sempre se io ne possa essere capace…), vorrei parlarvi di cose successe e di persone incontrate, di incontri, di cene e di sorrisi visti per strada, di questa luce che ormai inizia  ad entrare nella mia stanza alle 6:00 del mattino, del silenzio che si respira nelle strade, interrotto solo da passi leggeri di ragazze che escono e vivono serene, vorrei portarvi i sapori di questo posto così lontano e così vicino, i suoi delle voci delle persone, i loro sorrisi ed i loro sguardi a volte persi nel vuoto…. vorrei con le mie parole dare un senso a questi giorni in cui tutto cambia, in cui io mi sento cambiato. Sono giorni unici e vivi, giorni che ho sempre desiderato e finalmente avuto, lontano dal vecchio immobilismo, dal sentire sempre tutto uguale, dal sapere che niente potrà cambiare e che non potrai avere niente perchè sei un ragazzo e non hai santi in paradiso. Qui a 28 anni sei un adulto a tutti gli effetti, molti hanno figli, lavorano, vivono e si accontentano del semplice stare insieme agli amici, oppure di passeggiare un sabato pomeriggio vicino al fiume. Tutto sembra più semplice e più elementare… non hai bisogno di vestirti particolarmente bene per essere apprezzato, le piccole cose danno gioia e riempiono la vita… a volte penso davvero che non mi manca niente della mia vita precedente… forse più in là succederà… per adesso tutto ha un senso, tutto ha un senso nei miei giorni sempre uguali e diversi, nei miei passi sulla neve che si sta per sciogliere, mentre ho negli occhi questo cielo, così azzurro, che non riesco a non continuare a parlarne….